Ultime notizie

L’esibizione del nulla ovvero i nodi vengono al pettine

Se lo aspettano tutti. È in cantiere, pronto alla distribuzione. Se non arriverà dopo l’estate, attendetelo nelle vostre caselle postali al massimo all’inizio dell’anno prossimo. Di cosa stiamo parlando? Del volantino elettorale che elogerà tutte le conquiste e tutte le opere effettuate dall’attuale amministrazione comunale. La curiosità è davvero notevole.

Come riempiranno questa locandina? A rigor di logica, dovrebbe essere un foglio bianco. In realtà, sarà l’esibizione del nulla. Verranno scritte frasi del tipo: “gli altri parlano, noi facciamo” oppure la banalissima “fatti, non parole”; se non addirittura nell’arrogante “è facile fare opposizione”. E di seguito, un elenco (molto) enfatizzato di quanto “prodotto” dalla giunta: quindi una lista (magari anche lunghissima) di ordinaria amministrazione messa in opera.

Forse si azzarderanno a dire: abbiamo finito l’Arcisate-Stabio ma non sapranno spiegare perché dopo pochi mesi, la Stazione è già in condizioni pietose (sporcizia) e, incredibilmente, a volte, l’ascensore che porta ai binari non funziona creando un vero e proprio dramma per chi non può usare le scale. Vero è che la gestione è compito e responsabilità di Rfi così come è colpa di Trenitalia la soppressione di molti treni. Una presa di posizione pubblica e piccata, però, è il minimo per cercare di difendere gli interessi dei propri cittadini.

Così come ci si attenderebbe più raziocinio nella gestione della viabilità. Non possiamo citare tutte le pecche ma provate ad uscire dal parcheggio della Stazione (lato via IV Novembre); provate ad attraversare le rotonde della tangenzialina che attraversano via Cantello e via Dovese; provate a fare una passeggiata verso Velmaio o verso Brenno o verso la pista di Atletica. Che dire poi del Laghetto Cicogna, lasciato in condizioni pietose così come il nostro centro storico.

E potremmo continuare all’infinito citando altri casi di assenza della giunta. Quello che fa davvero rabbia è la mancanza di capacità di ascolto ma soprattutto la totale incapacità di un confronto. È sempre utile ricordare che l’attuale amministrazione si poggia su un consenso elettorale molto risicato e avrebbe il dovere di condividere le proprie decisioni almeno con la minoranza in consiglio comunale. E invece, cosa è successo in questi anni? il Sindaco ha “premiato” chi in consiglio comunale non è nemmeno entrato (chi ha orecchie per intendere, intenda). Così, tanto per dare qualche mancia e per iniziare la campagna acquisti elettorale. E che dire del presenzialismo forsennato e ossessionante presso le varie associazioni? Anche in questo caso, arrivano impegni, grandi attestati di stima e in alcuni casi promesse di poltrone anche molto importanti.

Ci sarà comunque un’intera e lunghissima campagna elettorale che servirà a fare venire tutti i nodi al pettine. La Zanzara sarà sempre presente e non si lascerà sfuggire assolutamente nulla. Vigileremo e denunceremo. Se poi le urne ci daranno torto, faremo “mea culpa”.

Intanto, aspettiamo con ansia la locandina: saremo pronti a smascherare le bugie.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail