Ultime notizie

Ad Arcisate si governa con una mancia(ta) di voti

Il voto delle ultime elezioni è stato un vero tsunami. Arcisate non ha fatto eccezione. I numeri sono davvero impietosi. Forza Italia, il partito che esprime il nostro Sindaco e tutta la maggioranza, oramai, vale il 15%: una manciata di voti rispetto al 30% di qualche anno fa. Il Partito Democratico che è molto vicino alla lista “Liberarcisate Insieme” (tanto da proporre suoi esponenti nelle istituzioni comunali) si attesta al 18% in netto calo rispetto al passato. In buona sostanza, mettendo insieme i risultati delle uniche due forze politiche presenti in Consiglio Comunale, non si arriva al 35% ottenuto dalla Lega. Se poi consideriamo il 20% (circa) del Movimento 5 Stelle, si capisce quale sia la situazione.

E’ evidente che la maggior parte degli arcisatesi ha voluto bocciare senza appello l’attuale classe dirigente politica. Non è più possibile governare un paese senza tenere conto di quello che chiede quasi il 70% della gente. Non vogliamo, per esempio, le mance elettorali che da qui ad un anno si moltiplicheranno. Non fate la brutta figura di tappare i buchi delle strade per raccogliere qualche voto lasciando la viabilità in questa condizioni pietose dove si rischia la vita a camminare e ad attraversare rotonde od incroci. E smettetela di erogare contributi a pioggia a chicchessia. Così per ingraziarsi il leccapiedi di turno e sperare di mantenere un certo tipo di consenso. Quel certo tipo di consenso oramai vale meno del 15%. Ci vuole una programmazione seria per sport e cultura per evitare che il nostro paese sia un dormitorio. Pensate agli anziani, pensate ai giovani nella loro globalità. Pensate alla sicurezza di tutti i cittadini. E’ chiaro che gli elettori hanno votato Lega e 5 Stelle per liberarsi da questo sistema che non li rappresenta più. Negli ultimi anni, la Giunta ha diviso le così dette poltrone secondo logiche che non si rifanno certo alla rappresentanza o per fare il bene del paese. Facciamo qualche esempio che abbiamo già citato negli scorsi numeri di questo “foglietto”: Cda della Scuola Materna De Amicis e Presidenza dell’Istuzione Parmiani. Pensate che il Sindaco abbia interpellato o scelto qualcuno che rappresenti il 70% della minoranza? Pensate che abbia interpellato chi rappresenta il 35% degli arcisatesi (la Lega)? No. Si è rivolto al chi rappresenta il 18% (Partito Democratico). Ecco, la gente è stufa di questi giochi. Non si va avanti a furia di inciuci. A questo proposito, noi vigileremo sempre e cercheremo di cambiare questo status quo. Il nostro prossimo obiettivo? Controllare che l’assunzione del prossimo direttore della Farmacia rispetti tutti gli obblighi di legge.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail